“Il passero solitario”, Giacomo Leopardi

Il passero solitario è una malinconica rievocazione dell’infelice gioventù di Leopardi. “Il tema della lirica vede un accostamento tra le abitudini del passero del titolo e il poeta stesso: il volatile trascorre isolato la primavera, così come il poeta vive in solitudine la giovinezza (che è la primavera della vita). Ma il futuro distinguerà i due destini: il passero invecchierà e morirà, infatti, senza rimpiangere le scelte compiute, le quali sono frutto dell’istinto e volute dalla natura; il poeta, al contrario, sarà certamente aggredito dal rimpianto” (Luperini).

D’in su la vetta della torre antica,

Passero solitario, alla campagna

Cantando vai finchè non more il giorno;

Ed erra l’armonia per questa valle.

Primavera dintorno

Brilla nell’aria, e per li campi esulta,

Sì ch’a mirarla intenerisce il core.

Odi greggi belar, muggire armenti;

Gli altri augelli contenti, a gara insieme

Per lo libero ciel fan mille giri,

Pur festeggiando il lor tempo migliore:

Tu pensoso in disparte il tutto miri;

Non compagni, non voli

Non ti cal d’allegria, schivi gli spassi;

Canti, e così trapassi

Dell’anno e di tua vita il più bel fiore.

Oimè, quanto somiglia

Al tuo costume il mio! Sollazzo e riso,

Della novella età dolce famiglia,

E te german di giovinezza, amore,

Sospiro acerbo de’ provetti giorni,

Non curo, io non so come; anzi da loro

Quasi fuggo lontano;

Quasi romito, e strano

Al mio loco natio,

Passo del viver mio la primavera.

Questo giorno ch’omai cede alla sera,

Festeggiar si costuma al nostro borgo.

Odi per lo sereno un suon di squilla,

Odi spesso un tonar di ferree canne,

Che rimbomba lontan di villa in villa.

Tutta vestita a festa

La gioventù del loco

Lascia le case, e per le vie si spande;

E mira ed è mirata, e in cor s’allegra.

Io solitario in questa

Rimota parte alla campagna uscendo,

Ogni diletto e gioco

Indugio in altro tempo: e intanto il guardo

Steso nell’aria aprica

Mi fere il Sol che tra lontani monti,

Dopo il giorno sereno,

Cadendo si dilegua, e par che dica

Che la beata gioventù vien meno.

Tu, solingo augellin, venuto a sera

Del viver che daranno a te le stelle,

Certo del tuo costume

Non ti dorrai; che di natura è frutto

Ogni vostra vaghezza.

A me, se di vecchiezza

La detestata soglia

Evitar non impetro,

Quando muti questi occhi all’altrui core,

E lor fia vóto il mondo, e il dì futuro

Del dì presente più noioso e tetro,

Che parrà di tal voglia?

Che di quest’anni miei? che di me stesso?

Ahi pentirommi, e spesso,

Ma sconsolato, volgerommi indietro.

Annunci

44 thoughts on ““Il passero solitario”, Giacomo Leopardi

  1. E’ una poesia splendida…Non me l’hanno mai fatta imparare a memoria come a molti, ma forse è stato meglio così, in questo modo mi sono concentrata di più sul suo significato che sulla memoria in sè…Ah, anche quella foto mi piace particolarmente 😛

    • si ma il linguaggio e un po pesantuccio almeno per un siciliano come me pero e molto bella e se he diventata immortale un motivo ci sara

  2. che altro dire di una delle più belle poesie del mitico giacomo?
    imparata a memoria o meno, resta uno dei pensieri pù intensi sull’infelicità di chi prende il mondo troppo sul serio e butta via un’occasione non accorgendosi che invece la vita è di che la prende sottogamba e non indugia più di tanto sui massimi sistemi..
    insomma, carpe diem, e al diavolo gli elucubratori di professione!!!

  3. non credevo che nel mondo ci fosse qualcuno capace di “odiare” le poesie

    kikka sarà un caso isolato o un sintomo (non l’unico, purtroppo..) che ci stiamo avvicinando alla fine delle civiltà?

  4. questa poesia mi è piaciuta moltissimo anche perchè ha raccontato la verità che sta succedendo ogg in un mondo che piano piano stiamo distruggendo !!! -)

  5. è una poesia attuale a mio parere, poichè l’invito a vivere la vita nella sua pienezza deve essere accolto da tutti noi.. la giovinezza è il fiore più bello della primavera della vita..
    ma a proposito di vita, qualcuno sa dirmi in termini specifici cosa pensa Leopardi circa la vita in questa poesia??

  6. mi hanno chiesto di fare il commento della poesia ma non so che scrivere!!!! sto in un bel casino !!!!!! il casino più totale!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  7. ciao a tutti 😀 !!! a me la poesia è piaciuta tantissimo anke se la mia prof nn me l’ha fatta imparare tutta 😛 questa poesia fa capire tante cose…!!!
    ora vi lascio un kiss
    >>mascia-the-best@hotmail.it<<

  8. weeee!!!!!!ciao a tutti cmq anche io la sto studiando quest’anno ed è una vera rottura specialmente con la mia proff!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!cmq è una poesia stupenda sono daccordo con te pistolato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!ciao a tutti baci!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

  9. è una poesia un po’ difficile da imparare tutta in 3 giorni. Non metto in dubbio che è molto bella ma è un po’ troppo lunga. Grazie tante per il commento spero che vada bene.Ciao e spero di poter ritornare su questo sito per trovare il commento di altre poesie.

    • be pero un giorno rimpiancerai la terza media io ho 41 anni
      e per me i tempi della terza media sono stati fantastici
      poi crescendo o riscoperto quella sensazione quando ero militare anche se un po diversa voglio farti capire che la puberta la giovinezza va vissuta attimo per attimo lo so questo mio discorso sa un po di ramanzina ma puttroppo e cosi ti faccio i miei migliori aguri ciao

  10. be sinceramente nonostante i miei 41 anni me la ricordavo piu corta forse e leta ma adesso sarebbe impossibile impararla a memoria comunque mi ricordo che mi piaceva

  11. ai miei tempi mi ricordo cera :t “amo pio bove, la donzelletta vien dalla campagna …. poi cera una poesia di cui non ricordo il titolo ma alcune frasi:lasciatemi cosi come un gomitolo di lana ………. erano cento eran giovani e forti e sono morti .questa era la spigolatrice di sapri..credo…be se qualcuno vuol darmi dei chiarimenti io sono qui ciao

  12. Leopardi ha scritto tante belle poesie, ma una come questa ti fa commuovere tanto perchè è cosi espressiva con tutte queste parole belle …..

    Ludovica, classe 5

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...