Stendardo-Presidente-Repubblica

Questo è lo stendardo del Presidente della Repubblica italiana. Lo vediamo spesso: oltre a sventolare sul Quirinale assieme al tricolore e alla bandiera dell’UE è presente in tutte le cerimonie a cui il Capo dello Stato partecipa. Ma qual è la sua origine storica? Se il tricolore italiano, come noto, prende spunto da quello francese (nato durante la Rivoluzione) ,questo stendardo non ha una origine poi tanto diversa.

13_giacobina-napoleonica_672-458_resize

Nel 1802 la Repubblica Cisalpina di Napoleone cambia denominazione e diventa “Repubblica Italiana”. I granatieri a cavallo della Guardia del Presidente della Repubblica Italiana usarono questo vessillo dal 1803 al 1805 (si noti la scritta in basso “Guardia del Presidente”). Le differenze con l’attuale stendardo del Presidente della Repubblica sono minime: mancano i bordi azzurri (colore tipicamente italiano) e al posto dell’attuale stemma italiano troviamo i simboli della giustizia.

La Repubblica napoleonica ebbe vita breve: già nel 1805 divenne Regno d’Italia (è rimasta celebre l’incoronazione di Napoleone nel Duomo di Milano: “Dio me l’ha data e guai a chi me la tocca” disse il generale francese riferendosi alla Corona Ferrea che fu anche di Carlo Magno).

Annunci